Eleganza, modernità e stile per le nuove divise del Modena Volley 2018-2019 realizzate da Erreà Sport

Pallavolo03/10/2018

Erreà Sport e Azimut Leo Shoes Modena presentano le nuove maglie ufficiali per la prossima stagione di SuperLega UnipolSai 2018-2019.  

Moderne e con uno sguardo rivolto al futuro per filati e tecnologia, non perdono di vista il rispetto della tradizione e la cura dei più minuti dettagli. Integralmente italiane per metodologie di produzione, vantano caratteristiche rivoluzionarie e innovative in fatto di tessuto.  

La prima divisa conferma il modello della stagione passata e si presenta ad ampie righe orizzontali gialle e blu che si stagliano su uno sfondo bianco che caratterizza anche le maniche e i fianchi della maglia. Il colletto blu è proposto in “stile coreana” con al centro un fintino giallo su cui è riportato l’anno di fondazione del club, “since 1966” e arricchito nel retro dal vessillo tricolore. I colori della bandiera italiana compaiono anche nella parte inferiore delle maniche e della divise.

Prevale il bianco nella seconda divisa caratterizzata dalla ormai classica banda centrale gialla e blu. Gli stessi colori sono riportati nei profili delle maniche e ancora una volta nel colletto.  Entrambi i kit sono realizzati in tecnologia transfer che ingloba in una sola grafica tutti gli sponsor di maglia presenti.

Le linee eleganti e stilisticamente ricercate delle due divise si sposano perfettamente con l’impiego del tessuto “Ariha”, filato italiano di ultima generazione che si contraddistingue per speciale leggerezza e traspirabilità.  Aderente ma molto confortevole risulta ideale per assicurare massime prestazioni in gara assicurando nello stesso tempo ottima vestibilità.  

Nella foto la prima maglia svelata durante la conferenza di presentazione do Julio Velasco, Head Coach di Modena Volley.

Ecco qui le sue parole: "innanzitutto voglio ringraziare Catia Pedrini – ha spiegato Julio Velasco – e con lei anche il Presidente della federazione argentina, che mi ha dato la possibilità di venire ad allenare qui, se non avessi potuto interrompere il contratto con due anni di anticipo tutto questo non sarebbe stato possibile. Modena è una squadra con una grandissima storia, è casa mia, e non ho mai nascosto di essere un tifoso di questa squadra. Sono molto felice di essere qui, di avere Cantagalli come assistente e Sartoretti come direttore, sono certo che lavoreremo benissimo insieme. Non facciamo promesse, non servono a niente, giocheremo per vincere perché Modena gioca sempre per vincere. Dobbiamo giocare con una mentalità da Modena, da chi non ha paura di nessuno ed avere un sistema di gioco bene preciso"